Out to See

Cose da Imparare Online

Come Imparare a Mangiare con le Bacchette

Quanti di voi sanno come mangiare usando le bacchette? Scommettiamo che la maggioranza si è ormai arreso. Ci abbiamo provato anche noi di Scopri Come Fare, parecchie volte per altro.
Solo che, quello che sembra un gioco da ragazzi quando osservi gli altri, si rivela in realtà essere parecchio più complicato del previsto. Ti ritrovi con in mano queste due bacchette, e l’unica cosa sensata che ti viene in mente è quella di infilzare direttamente il povero cibo e cercare di portarlo alla bocca.

Beh, magari a casa propria si potrebbe anche fare, ma che succede se ci si trova in un ristorante cinese oppure giapponese? Impossibile evitare la figuraccia, se non si è in grado di mangiare con le bacchette!
Inutili tutti i tentativi, ci si sforza di capire come afferrare il cibo così delicatamente, come fanno gli orientali, ma purtroppo i risultati sono pessimi.
Prima di riuscire a portare alla bocca un boccone, questo ci è sfuggito dalle bacchette non si sa quante volte.
Diciamoci la verità, la forchetta è sicuramente più immediata, per noi occidentali.
Però, se una grossa parte di mondo ci riesce tranquillamente, bambini compresi, dovrà pur esserci una tecnica valida, no?
Ebbene sì, c’è. Il modo per imparare ad usare le bacchette esiste e noi ve lo proponiamo!

Stendete la mano con il pollice rivolto verso l’alto, come a voler stringere la mano ad un’altra persona.
Separate le dita come illustrato nel disegno.
Piegate l’anulare ed il mignolo.
Posizionate le bacchette nella parte curva tra il pollice e l’indice e stringete la bacchetta nella parte alta, a circa 3/4 della sua lunghezza. La parte a metà bacchetta deve poggiare sulle dita piegate, all’altezza delle unghie.
Appoggiate il dito medio sulla bacchetta.
Non incrociate le dita, il dito medio deve poggiare sopra, non incrociarsi con l’anulare.
Posizionate quindi la seconda bacchetta formando una V. Le punte delle bacchette devono unirsi.
Appoggiate l’indice sopra la seconda bacchetta.
Aprite le bacchette per afferrare il cibo.
Richiudetele per fare presa e portate il cibo alla bocca.

Certo, le prime volte non avrete un movimento fluido e naturale, ma con un po’ di esercizio, chissà!
Fateci sapere se siete riusciti ad usare le bacchette.

Read More

Come Apparecchiare la Tavola

L’abitudine di pranzi e cene informali può averti fatto dimenticare come si apparecchia una tavola perfetta. Peccato, perchè ogni tanto un pranzo o una cena importanti sono quanto di meglio ci sia, un’occasione per sentirsi speciali e creare un ambiente unico, caratterizzato da un’atmosfera raffinata.

Queste sono le regole di base. Ogni commensale deve disporre di almeno mezzo metro di spazio, per evitare che si senta soffocato. I coperti devono trovarsi almeno a un paio di centimetri dal bordo del tavolo. Il piattino del pane va messo alla sinistra del piatto di portata. Tutte le posate vanno collocate intorno ai piatti in ordine d’uso. Quella che verrà utilizzata per prima andrà posta al posto più lontano dal piatto.

Inoltre i coltelli vanno posti alla destra del piatto, con la lama rivolta all’interno. Un piccolo coltello per il burro andrà collocato diagonalmente sul piattino del pane, con la lama rivolta verso le forchette. Tutte le forchette andranno collocate alla sinistra del piatto, in ordine di uso.

Una tazza con il piattino non va bene per una cena formale: andrà portata in tavola in seguito, con un cucchiaino e un piatto da dessert. Non dimenticate i tovaglioli! Mettine uno ben ripiegato al centro del piatto. Se invece è prevista la presenza di una tazza da brodo, il tovagliolo andrà posto alla sinistra delle forchette.

Per sistemare la tavola, prima di tutto assicurati di avere il giusto numero di sedie e disponile in modo che i tuoi ospiti possano stare uno di fronte all’altro. Se usi una tovaglia, assicurati che sia ben stesa e assolutamente immacolata, in alternativa, sistema le tovagliette all’americana direttamente sul tavolo.

Nelle cene estremamente formali, saranno utili un piatto di servizio o un carrello, i quali dovranno essere tolti dopo la prima portata. Se invece non li usi, dovrai sostituire i piatti ad ogni portata. Passiamo ora alla modalità di servire le pietanze: Per la zuppa, la zuppiera andrà a tavola sopra il piatto di servizio. Il cucchiaio da zuppa andrà a destra dei coltelli.

Per quanto riguarda l’insalata, se la servi all’inizio del pasto, metti il piatto direttamente su quello di portata. Se hai molto spazio a disposizione, sistema l’insalata alla sinistra delle forchette. Se invece servi l’insalata dopo la prima portata, metti la relativa forchetta vicino al piatto, alla destra di quella della portata principale. Se prevedi anche un coltello da insalata, disponilo alla destra del piatto.

Read More

Come Preparare Bollito di Carne

Oggi vi vorrei proporre una ricetta molto tradizionale di questo periodo dell’anno: il bollito di carne di manzo.

Il bollito è un secondo piatto che si ottiene lessando la carne di manzo, meglio se sono pezzi di carne presi dal quarto anteriore dell’animale, e insaporendo il tutto con spezie ed erbe aromatiche.

Ingredienti
carne di manzo, 1kg
carote, 1
cipolle, 1
alloro, 4 foglie
sedano, 2 gambi
timo, 1 rametto
prezzemolo, 1 rametto
sale
pepe in grani

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta prendendo una pentola, riempiendola di acqua e mettendoci all’interno la cipolla, la carota sbucciata e il sedano. Prendete quindi il timo, il prezzemolo e l’alloro, legateli tutti insieme e metteteli anche loro nell’acqua. Aggiungete una manciata di sale grosso e, una volta che l’acqua avrà raggiunto il bollore, aggiungeteci la carne. Fate molta attenzione a questo passaggio: se la carne viene inserita prima che l’acqua sia calda, rischiate che rimanga dura.

Dopo qualche minuto inizierete a vedere della schiuma affiorare: sono le proteine della carne coagulate che dovrete togliere con un mestolo. Aggiungete quindi il pepe in grani e abbassate la fiamma a fuoco basso.

Fate bollire per circa 3 ore, finché la carne non é abbastanza morbida per essere “infilzata” senza problemi con un forchettone da cucina.

Togliete quindi la carne dalla pentola, fatela sgocciolare e tagliatela a fettine e a bocconcini. Da servire immediatamente, magari abbinandola a delle patate prezzemolate.

Read More

Come Preparare Carpaccio di Pesce Spada con il Pepe Rosa

Il pesce spada è un piatto molto pregiato della cucina mediterranea, tipico soprattutto nelle zone siciliana e calabrese. Pescato e servito a Reggio Calabria e dintorni, ha permesso che ne diventasse la caratteristica gastronomica di queste località.

Risulta essere così che oggi ho pensato di proporvelo in una ricetta molto veloce e dal gusto delicato, l’ideale da utilizzare sia come antipasti, che come piatto unico.

Ingredienti
pesce spada, 400gr
limone, 1
cipolla, 1
sale, olio
pepe nero
pepe rosa

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta lavando velocemente il pesce spada e tamponandolo con un panno molto delicatamente. Tagliatelo quindi a fettine sottili e mettetelo da parte.

Prendete ora una ciotola e versateci all’interno l’olio, il succo di limone in quantità doppia rispetto a quella dell’olio, un pizzico di sale e del pepe nero appena macinato.

Mettete le fettine di pesce spada a marinare nell’emulsione appena preparata per circa 5 minuti da entrambi i lati.

Procedete nel frattempo con la cipolla: tagliatela ad anelli molto fini e fatela riposare in acqua fredda per una decina di minuti.

Scolate ora il pesce spada, disponetelo in un piatto da portata e versateci sopra un filo della stessa salsa in un cui l’avete marinato. Completate il condimento con una spruzzata di pepe nero appena macinato e dei chicchi di pepe rosa. Distribuite infine alcuni anelli di cipolla e preparatevi a gustare il tutto.

Read More

Come Preparare una Granita con Arance Rosse

Eccoci con un’altra ricetta per una granita tra le più rinfrescanti. Del resto con questo caldo africano di questi ultimissimi giorni di luglio sono in molti a preferire preparati freschi e altamente idratanti, a inventare nuovi centrifugati di frutta, gelati tra i più sfiziosi, e per l’appunto le benedette granite, così fresche e gustose.

Ecco la versione alle arance rosse da fare in casa. Oggi sul mercato sono disponibili strumenti specifici, come queste macchine per granite, ma per la realizzazione di questa ricetta utilizziamo attrezzi che tutti hanno in casa.

Gli ingredienti
400 ml di succo di arancia rossa
100 gr di zucchero di canna
ghiaccio tritato
scorza d’arancia
un limone

Il procedimento
Spremete per prima cosa il succo fresco d’arancia. Versatelo nel boccale del frullatore. Prendete una quindicina di cubetti di ghiaccio, avvolgeteli in un canovaccio pulito e con un pestello riduceteli a scaglie. Mettete il ghiaccio nel mixer allungando con un dito di acqua e uno spruzzo di succo di limone. Incorporate anche la scorzetta fresca di arancia. Azionate a massima velocità per due minuti. Servite decorando con foglioline di menta fresca.

Read More