Out to See

Cose da Imparare Online

Come non Farsi Taggare su Facebook – Guida

Ogni giorno ricevi decine e decine di notifiche dei tuoi amici che non fanno altro che taggarti nelle loro foto, nei video o negli stati? Meglio se sistemi le impostazioni del tuo profilo per scoprire come non farsi taggare su Facebook. In questo modo riuscirai a bloccare l’ondata di tag che ti travolge ogni giorno e che proprio non sopporti più. Si tratta di una procedura che richiede solo un attimo.

Per prima cosa, collegati nella home page di Facebook ed esegui il login inserendo indirizzo email e password. A questo punto, premi sulla freccia che trovi in alto a destra nel sito web e scegli la voce Impostazioni sulla privacy dal menù che compare. Nella pagina seguente, dai un’occhiata alla scheda chiamata Funzionamento dei tag e fai clic su Modifica impostazioni.

Ora entrerai nel pannello adatto per riuscire a sistemare le impostazioni della tua privacy per non farsi taggare su Facebook. Per evitare questi continui tag premi subito su Controllo del profilo e poi sul pulsante Attiva il controllo del profilo situato nella finestra successiva. Questa impostazione faciliterà molto il tuo lavoro con i vari tag che riceverai, ed ora ti spiego come.

In questo modo, ogni qual volta qualcuno deciderà di taggarti, visualizzerai il post o la foto in una sezione chiamata In sospeso. Quindi, starà a te decidere se pubblicare il contenuto con il tuo tag oppure rifiutare. Ovviamente questo non limita i tag altrui, infatti le altre persone potranno comunque continuare a taggarti senza problemi, ma tu deciderai se mostrare o no il contenuto nel tuo profilo.

Se invece vuoi bloccare del tutto i tag degli altri utenti, allora devi aprire la scheda Controllo dei tag e premi l’impostazione facendo clic su Attiva il controllo dei tag. Adesso, se qualcuno proverà a taggarti in un contenuto su Facebook, dovrà prima ricevere l’autorizzazione a farlo da parte tua. Scegli uno di questi due metodi: entrambi funzionano ma in modi diversi.

Read More

Come Creare Cactus di Zucchine

Per realizzare un originale e decorativa pianta grassa, fatta lavorando e componendo in modo creativo dei comuni ortaggi, vi suggerisco di leggere e seguire attentamente le semplici e creative indicazioni procedurali qui elencate. Si tratta di un modo rapido e divertente, di creare un delizioso e particolare cactus con zucchine e ravanelli.

Occorrente
Zucchine
Ravanelli
Coltello
Scavino a U
Vaso in cotto
Spugna fioristi
Foglie di cipollotti
Forbici a zig zag
Recipiente
Ghiaccio
Mastice

Per iniziare, devi realizzare i fiorellini di ravanelli, quindi prendi circa tre o quattro ravanelli, di dimensione diverse, e con l’aiuto del levatorsoli elimina la parte centrale di quest’ultimi. Dopo di ciò, con lo scavino a forma di U, inizia ad incidere con cura la superficie dei piccoli ortaggi, in modo da creare i vari petali del fiore, e infine mettili dentro un recipiente col ghiaccio, per fare aprire i vari petali dei fiorellini creati.

Nel frattempo dopo aver creato i fiorellini del tuo cactus, occorre semplicemente prendere un vaso in cotto, di medie dimensioni, e inserirvi sul fondo della spugna per fioristi, circa uno o due blocchi, in base alle dimensioni del supporto in cotto da te scelto. A questo punto, prosegui il tuo lavoro, rivestendo il fondo del vaso, con diverse foglie di cipollotti, precedentemente rifinite con le forbici a zig zag. Intanto prendi circa tre zucchine e lavale con cura.

Per finire, dopo aver rivestito il fondo del tuo vaso, prendi le zucchine di medie dimensioni, senza imperfezioni e dalla forma leggermente ricurva, precedentemente pulite. Quindi elimina con un coltello il picciolo, e assemblale mediante degli stecchini di legno conficcati su uno dei due estremi, dopo fissale con un po’ di mastice, in modo tale da realizzare un piccolo cactus. Infine rifinisci il tuo cactus di zucchine, incollando sui vertici dei rami di zucchine, i piccoli fiorellini di ravanelli.

Read More

Come Creare Cactus di Perline

A tutti noi capita di avere un po’ di tempo libero in cui non sapere cosa fare. Ci annoiamo camminando per la casa, aspettando che ci venga qualcosa in mente. A me piace dedicare questo tempo alla creazione di vari oggettini. L’ultima mia creazione è un cactus di perline. Ti spiego come puoi farlo anche tu.

Occorrente
Una pallina di polistirolo
Un vasetto di plastica o di terracotta
Una scatolina di paillettes verdi
Perline colorate a piacere
Abbondanti spilli con la testa piccola
Colla a caldo

Prendi il vasetto che hai scelto e al suo interno passa per tutto il contorno la colla a caldo. Lasciala asciugare per 1 minuto circa e poggia sopra la pallina di polistirolo. Come vedi hai già preparato lo scheletro del tuo cactus! Adesso metti pronti vicino a te gli spilli, le paillettes verdi e le perline.

Scegli un colore di perline, preferibilmente verdi o chiare. Prendi uno spillo e infila una perlina seguita da una paillette, poi inserisci lo spillo all’interno della pallina di polistirolo, partendo dal basso, cioè dalla parte che poggia sul vasetto. Prepara un altro spillo e inseriscilo nella pallina di polistirolo accanto all’altra. Continua così fino a quando non riempi perfettamente la pallina.

Una volta terminato il secondo passo il cactus sarà pronto, ma non credi che sarebbe meglio se fosse fiorito? Scegli delle perline di un altro colore (ad esempio rosse), prendi uno spillo, inseriscine 6 e infila lo spillo nella pallina di polistirolo. Poi prepara un altro spillo e un altro ancora (vanno bene 3 o 4) e inseriscili perfettamente vicini in modo da formare un fiore. Poi puoi farne uno giallo e uno arancione.

Read More

Come Creare Burattino di Stoffa

Hai mai avuto l’intenzione di costruire un bel burattino di stoffa? Se la tua risposta è sì, allora questa guida ti darà una mano nel realizzarla. La guida spiegherà passo passo le varie fasi di creazione, ma devi mettere la tua buona volontà nel fare il resto. Procediamo.

Occorrente
Stoffa colorata
Colla vinilica
Fogli di giornale
Bottiglia di plastica piccola
Peso canna da pesca

La prima cosa che dobbiamo fare è quella di disegnare su carta da disegno il burattino che desideriamo realizzare. Fatto questo primo procedimento, prendiamo una forbice, tagliamo dei fogli di giornale vecchi e immergiamoli in acqua fredda e attendiamo la loro macerazione. Fatto questo, prendiamo una piccola bottiglia di plastica vuota e leviamo il tappo.

A questo punto, prendiamo ancora dei fogli di giornale e avvolgiamoli esternamente alla bottiglia spalmando un pò di colla vinilica. Facciamo asciugare e mettiamo la bottiglia da parte. Ora prendiamo la carta che è al macero e usciamo dall’acqua i fogli di giornale che strizzeremo per bene e realizzeremo il viso del burattino, mettendo la colla vinilica.

Dopo prendiamo la stoffa e tagliamola a seconda la grandezza della bottiglia, cuciamo la stoffa stessa dopo averla fatta indossare alla bottiglia. A questo punto, sul cono della bottiglia, mettiamo la testa del pupazzo che abbiamo realizzato in precedenza, fissandolo con un filo di nylon e un peso per canne da pesca. A lavoro concluso, possiamo giocarci tranquillamente.

Read More

Come Dipingere Caloriferi in Ghisa

Dopo qualche anno, è naturale che il colore e lo stato dei vostri caloriferi comincino a dare segni di logoramento. E’ il momento di correre ai ripari.

Questo tipo di operazione va fatta rigorosamente a caloriferi spenti, quindi meglio attendere la bella stagione. La primavera è il periodo ideale.

Per prima cosa, pulite accuratamente i caloriferi, rimuovendo la polvere che si annida fra le fessure e togliendo l’unto utilizzando uno sgrassatore e dell’acqua calda. Per dettagli è possibile seguire questa guida su come pulire la ghisa. Rimuovete eventuali tracce di ruggine con della carta abrasiva.

Una volta asciutti i caloriferi, preoccupatevi di riparare pavimento e parete retrostante dei caloriferi, con dei fogli di giornale.

A questo punto, potete procedere con la pittura. State ben attenti ad utilizzare una tinta apposita. La loro idoneità a questo tipo di lavoro è scritta bene in evidenza sull’etichetta del barattolo.

Iniziate stendendo una prima mano e lasciate asciugare. Passate una seconda mano solo se strettamente necessario. Più coprire il termosifone, meno scalderà.

Read More