Out to See

Cose da Imparare Online

Come Fare l’Orlo a Pantaloni e Jeans

In questa guida, ti insegno a fare l’orlo di jeans e pantaloni. Capita spesso, purtroppo che le case produttrici li facciano eccessivamente lunghi, e allora siamo costretti a farli accorciare, spendendo soldi. Bene ora ti spiego come fare, non è difficile, basta un pò di pazienza.

Misura la lunghezza dell’orlo del pantalone e segnala sulla parte dritta del tessuto, con un gessetto da sarta. Alla stessa distanza, segna un’altra piegatura e premila col ferro da stiro ben caldo. Sul fondo del tuo pantalone avrai così segnato le piegature necessarie per realizzare il risvolto dei tuoi pantaloni.

Prendi di nuovo il pantalone, rivolta la prima piega sul segno della lunghezza del pantalone; rivolta la seconda piegatura all’interno del pantalone. A questo punto potrai eseguire l’orlo. Sul dritto del lavoro, fissa l’interno del risvolto con piccoli punti invisibili all’altezza delle cuciture laterali.

Infine stira il tuo pantalone o jeans, per tutta la sua lunghezza e riponilo accuratamente sopra una stampella. Con questa semplice tecnica potrai fare l’orlo a tutti i tipi di pantalone, risparmiando così del tempo e del denaro, che in questo periodo di crisi non basta mai.

Read More

Cosa Mangiare Prima di un Colloquio di Lavoro

La buona riuscita di un colloquio? Passa anche attraverso l’alimentazione. Proprio così. Oltre alla competenza, a un buon abito e a tanta fortuna, anche il cibo può influenzare positivamente o no la buona riuscita di un colloquio di lavoro. Immaginate se andassimo ad un colloquio di lavoro dopo aver mangiato mezzo chilo di lasagna o dopo 4 caffè consecutivi: il rischio sarebbe quello di rispondere alle domande del nostro “futuro datore di lavoro” a suon di singulti o attraverso movimenti corporei scoordinati.

La regola è quella di presentarci davanti al nostro interlocutore energici ma non appesantiti, scegliendo, quindi, alimenti sani, che saranno in grado di stimolare attenzione e concentrazione. Ecco per voi qualche piccolo consiglio alimentare che vi permetterà di affrontare al meglio un colloquio di lavoro.

Se il colloquio è di mattina Se il colloquio è fissato nella mattinata, bisogna ovviamente concentrarsi sulla colazione. Ovvio, il caffè non può certo mancare al nostro risveglio. La caffeina, infatti, servirà ad aumentare la nostra soglia di attenzione e la nostra memoria a breve termine. La cosa importante è non esagerare: una tazza di caffè trenta minuti prima dell’appuntamento sarà più che sufficiente, se non vogliamo rischiare di rispondere alla prima domanda: (specie se siamo molto nervosi o soffriamo di colite) “Dov’è il bagno?”. Per alleggerire l’inevitabile ansia che si presenta in situazioni come questa, yogurt magro (che contiene lisina) e noci (che contengono arginina) sono gli alimenti più indicati. Questo perché, lisina e arginina, diminuiscono il livello degli ormoni dello stress nel sangue e ci aiutano a sopportare al meglio situazioni in cui è prevista tensione.

Se il colloquio è dopo pranzo In questo caso, oltre ad assumere gli alimenti adatti a colazione, dobbiamo pensare anche ai giusti alimenti che ci nutriranno a pranzo.

Prima regola: evitiamo dosi eccessive di carboidrati e alimenti lievitati (pasta, pane), che potrebbero appesantirci in maniera spropositata. Se vogliamo arrivare al nostro colloquio in piena lucidità e leggerezza, meglio alimentarci con verdure e alimenti a base di proteine magre, come pesce, carni bianche o uova. Questi alimenti, oltre a contenere la dopamina e la tirosina, utili ad aumentare la nostra lucidità mentale, apportano (nel caso del pesce e delle uova) anche gli importantissimi acidi grassi Omega3, che ci aiutano a diminuire stress e ad aumentare la nostra memoria e prontezza di riflessi.

Ultima raccomandazione: non consumate mai la colazione o il pranzo a ridosso del colloquio di lavoro: cercate di mangiare almeno un’ora prima dell’appuntamento fissato.

Read More

Come Costruire Giochi da Giardino per Bambini

La storia d’amore tra l’uomo e la natura inizia con la prima infanzia. Si può iniziare dal giardino, facendo in modo che diventi per i nostri figli, un luogo di piacere, di scoperte, di incontri e di ricordi indimenticabili. Vorrei suggerirti alcune piccole costruzioni per fare giocare e divertire i tuoi figli ed i loro amici/amiche, facendoli stare a contatto con il verde del giardino.

L’avventura può iniziare proprio dal giardino, magari creando un percorso ad ostacoli con prove da superare metro dopo metro: una passerella in legno rialzata anche solo di pochi centimetri da terra, corde con nodi appesi ai rami (oppure ad aste in metallo verniciato), un tappeto di gommapiuma per ammorbidire le cadute ed una capanna in legno (che una volta cresciuti i bimbi puoi utilizzare come porta attrezzi), magari rialzata di pochi centimetri anch’essa. La fantasia dei bambini farà il resto e completerà l’opera. Ed intorno piante e fiori a volontà.

Alle bambine piacerà sicuramente giocare a fare la mamma, in una casetta tutta loro. Una casetta in legno fatta da te oppure acquistata, relativamente a cui è possibile vedere queste casette su Coseperbambini.com, isolata bene dal suolo, lavorando oppure lastricando oppure incementando la base, per mantenerla sollevata. Anche qui vasi di fiori oppure fiori piantati abbelliranno l’angolo dei bambini. Altro modo di arredare un angolo tutto per loro è quello di mettere un ombrellone oppure una tenda e fargli trovare acqua, terra, sabbia, circondando il tutto con tanti fiori.

Eccoti ora un’idea per la capanna degli indiani: prendi tre aste in legno abbastanza lunghe e piantale nel terreno disponendole a triangolo, poi acquista dei fiori rampicanti e falli attorcigliare alle aste. Così facendo avrai creato una sorta di tenda indiana sotto la quale i bambini potranno giocare, adattandola con la fantasia ai loro diversi giochi. Un alberello di frutta, magari ciliegie, sarà sicuramente gradito perchè potranno staccare i frutti direttamente dalla pianta.

Read More

Come Risparmiare il Carburante

In questo periodo di crisi è molto importante cercare di stare molto attenti alle nostre spese personali evitando di acquistare delle cose inutili. In questa guida ti darò dei consigli che ti permetteranno di fare più chilometri in auto semplicemente con un pieno.

Per iniziare, ti consiglio di scegliere sempre un’automobile che rispetti le tue esigenze personali, a tal proposito ti consiglio di non acquistare un’auto con un motore grande per fare le commissioni in città perchè consumerebbe inutilmente carburante. È fondamentale rimuovere periodicamente le chincaglierie, la spazzatura e pesi morti dalla macchina per evitare di caricarla e trasportare pesi inutili.

Ti consiglio assolutamente di diminuire la velocità in modo da consumare meno carburante. Mi raccomando, cerca di spegnere la vettura quando rimani bloccato nel traffico, o davanti ad un passaggio a livello o in qualsiasi altra circostanza per lunghi periodi di tempo, questo sicuramente ti farà consumare meno carburante.

Anche la manutenzione è importante, a tal proposito ti consiglio periodicamente di portare la tua auto dal meccanico, e se necessario provvedere alla sostituzione di alcuni pezzi come le candele, la valvola di sfiato, il filtro dell’aria ecc, che possono ridurre drasticamente l’efficienza del carburante.

Read More

Come Rimanere Svegli Senza Caffè

Ci sono alcune situazioni della vita in cui restare svegli è di importanza assoluta. Che succeda quando si studia per un esame importante, per prepararsi alla discussione della tesi di laurea, o per altri motivi un fatto è certo: guai a non avere del caffè in casa perché la bevanda più amata dagli italiani ha il potere di tenerci su anche quando sentiamo di colare a picco. Troppa caffeina, però, fa male, si sa. Eccedere con le dosi di caffè può essere rischioso e controproducente: come fare allora per restare svegli senza l’ausilio della caffeina? Vediamolo insieme.

– Le bevande energetiche
Dato che la caffeina è fuori discussione, è possibile provare altre bevande che servano ad eccitare il cervello ed a sollecitare lo stato di veglia con sali minerali e sostanze energetiche. Vanno bevute con una certa cautela perché possono provocare dipendenza, ma nella giusta misura sono un ottimo sostituto del caffè.

– L’Acqua
Per evitare di cadere nella tentazione di dormire l’acqua ci corre in aiuto in due modi. Il primo è di berne tanta; l’altro, un po’ più brutale e solo per cuori impavidi, consiste nel fare una bella doccia fredda o anche semplicemente sciacquarsi il viso con acqua ghiacciata.

– Ascoltare musica
Per molte persone, l’ascolto della musica ad alto volume è un buon modo di tenere sveglia la mente per qualche ora. Certo, bisogna fare attenzione ai tipi di brani scelti e magari avere l’accortezza di ascoltarla muniti di cuffie, per evitare rogne con i vicini.

– Stare in buona compagnia
Avere qualcuno con cui chiacchierare può essere un buon modo per tenersi svegli. Se non riuscite a trovare un amico disposto a rinunciare al sonno c’è sempre la scappatoia del pc. Basta collegarsi ad una chat e ci sarà sicuramente qualche nottambulo a tenervi compagnia.

– Giocare ai videogiochi
Sono generalmente sconsigliati ai genitori di figli adolescenti perché un uso smodato dei videogiochi ha i suoi effetti negativi sulla salute. Giocare ad un videogame, infatti, stimola la produzione di dopamina, recettore chimico che stimola il cervello e lo tiene in allerta. Se avete bisogno di restare svegli, dunque, potreste concedervi qualche ora di gioco: effetto veglia garantito.

– Praticare attività fisica
Altro ottimo metodo per sfuggire alla tentazione di dormire è quello di praticare dell’attività fisica. Si può scegliere, per esempio, di camminare o di fare una corsa leggera. Queste azioni aumenteranno il battito cardiaco e stimoleranno la sudorazione e sono, quindi, ottimi rimedi anti colpo di sonno.

Read More