Out to See

Cose da Imparare Online

Come Applicare il Disegno e la Gutta sulla Tovaglia

Con questa antica tecnica orientale possiamo dedicarci a un attività tanto semplice quanto gratificante: la pittura su seta, foulard, tovaglie, fazzoletti, tende. Un arte che ci consentirà di creare pezzi assolutamente unici e personali, impreziositi da decorazioni splendide e indelebili.

Blocca la seta sul telaio con le puntine, in modo che risulti tesa e senza ondulazioni, con una matita tenera esegui il disegno prescelto. Lo puoi anche copiare da un originale riportandolo a carboncino su un foglio di carta che, premuto a faccia in giù sulla tela, trasferirà la traccia da ripassare subito dopo con la matita.

A questo punto possiamo preparare la gutta versandola in un barattolo di plastica e aggiungendovi qualche goccia di diluente; mescolate quindi il tutto, amalgamando bene il composto, e travasatelo nell’ applicatore. Per capire se avete preparato la miscela di colore nel modo giusto, ovvero con le caratteristiche adatte alla seta, provatela su un pezzo di seta simile a quello su cui lavorerete.

Prepara, con la gutta, un tracciato chiuso: se la miscela si incolla alle dita quando lo tocchi, significa che è troppo spessa e occorre diluirla ancora un poco; se non appiccica, ma il colore che stendete all’ interno di una linea di contorno ne fuoriesce, allora dovete aggiungere la gutta; se la miscela deposta sul tracciato diventa rapidamente opaca, integrandosi con la seta e trattenendo il colore, vuol dire che hai trovato il giusto equilibrio e puoi iniziare il lavoro.

Read More

Come Attaccare un Bottone

Un aiuto agli uomini che magari sono rimasti a casa da soli (per qualsiasi motivo) e vorrebbero attaccare un bottone alla camicia e non sanno da che parte cominciare.

A tutti quelli che sono già capaci vanno i miei complimenti. Seguitemi nella guida.

Occorrente
Ago
Filo da cucito
Bottone
Forbici

Con l’aiuto di forbici tagliare 25-30 cm di filo da cucito del colore della stoffa cui cui verrà attaccato il bottone. Qualora sia una situazione d’emergenza, solitamente fuori casa, cercare il filo il più possibile simile a quello che sarebbe stato quello necessario.
Con calma e pazienza infilare il filo nell’ago e fare un qualche nodo all’estermità del filo.

Mettere il bottone sul punto esatto in cui si trovava prima di staccarsi ma se eventualmente ci sono pezzi di filo vecchio eliminarli per procedere con l’operazione.
Tenere fermo il bottone con le dita e infilare l’ago in uno dei buchi del bottone passando da sotto il tessuto del capo e tirare fino a che non si sente il nodo; a questo punto continuare il lavoro inserendo l’ago nel buco vicino.
Supponendo che si sta cucendo il bottone di una camicia bisognerebbe trovarsi con l’ago sul rovescio della manica.

Continuare l’operazione per 4 o 5 volte e quando ci si ti troverà alla fine con l’ago da sotto in sù, non infilare nel buco, ma importante, farlo uscire lateralmente, girando qualche volta intorno al bottone e tirare bene per fissarlo.
Se c’è filo in eccesso tagliarlo e fare attenzione che il bottone sia ben fissato, dritto e senza nodi in vista.

Read More

Come Piantare un Ippocastano

Oggi vorrei proporvi un simpatico esperimento: piantare un ippocastano a partire dal seme! Crescerà rapidamente e vi darà grande soddisfazione.

Scegliere il seme di ippocastano
Il primo passo è selezionare il seme, cioè nel nostro caso la castagna. Dovrà essere grosso e intatto, senza danni agli involucri esterni. Se è possibile, evitiamo quelli che potrebbero essere caduti dall’alto su superfici dure, perché è probabile che siano rimasti danneggiati.
Già che ne parliamo, ricordiamo anche che le castagne dell’ippocastano sono molto belle, ma non sono commestibili. Una ragione in più per utilizzarle invece per la semina!

Piantare il seme di ippocastano
Mettiamo la nostra castagna in un vaso pieno di terriccio per piante da fiore. Dovrà essere affondata nel terriccio per metà.
A primavera si libererà del suo involucro e comincerà a germogliare…

Trapiantare l’ippocastano
Prima dell’inizio dell’estate conviene trapiantare il nostro piccolo ippocastano. Se lo lasciassimo troppo a lungo nel vaso, le sue forti radici potrebbero farsi strada attraverso i fori di drenaggio e cercare direttamente il terreno…
Scegliamo una posizione riparata, in modo che sia in ombra nelle ore più calde e non sia esposta a venti freddi. L’ippocastano è molto adattabile quindi qualsiasi tipo di terreno andrà bene, purché lo manteniamo fresco… dovremo anche fornirgli un tutore a cui aggrapparsi nella crescita.

Già durante l’estate, l’ippocastano formerà l’astone centrale, arrivando anche a 40 centimetri. Una bella crescita in così pochi mesi!
E l’emozione di veder crescere un albero vero e proprio, passo dopo passo, sarà un piacere che vi accompagnerà lungo gli anni.

Read More

Regole da Seguire per Dimagrire

Ecco un piccolo ma efficace elenco di dieci regole fondamentali per perdere peso e tornare in armonia con il proprio corpo senza troppi ed estenuanti sacrifici.

Cerca di mangiare sempre agli stessi orari così da stimolare il corpo e la mente ad una certa disciplina e autocontrollo.

Fai sempre e comunque oltre alla dieta una sana attività fisica che stimoli in metabolismo e la circolazione.

Non bere bibite dolci e gassate,preferire sempre e comunque l’acqua o minerale o naturale.

Non tenere sempre gli occhi fissi sulla bilancia, perchè questo non è un metodo per dimagrire ma per diventare facilmente preda dei disturbi alimentari.fallo due o tre volte a settimana.

Non dimenticare che gli spuntini a metà mattinata o pomeriggio tengono attivo il metabolismo e sono indispensabili.

Fai movimento appena puoi,non delegare cose ad altri ma alzati e muoviti il più possibile. Anche una semplice camminata rappresenta un’attività utile. Per controllare i passi fatti è possibile utilizzare il proprio smartphone o un orologio apposito. Relativamente a questi dispositivi è possibile vedere questa guida sull’orologio contapassi su Glisportivi.net.

Concediti sempre e comunque una giornata per mangiare quello che vuoi e che più ti piace in modo da appagare prima di tutto il cervello.

Mangia lentamente così farai in modo di evitare i gonfiori addominali.

Dormi dalle 7 alle 9 ore,dormire bene aiuta il corpo a mantenersi energico e a bruciare meglio i grassi saturi e insaturi durante la giornata.

A cena mangia leggero e se puoi evita totalmente i carboidrati,il metabolismo rallenta dopo le 17 del pomeriggio e il corpo non è più in grado di assimilare nel modo migliore

Si tratta di regole semplice tramite le quali è possibile ottenere ottimi risultati.

Read More

Come Applicare il Cemento

Nella muratura, il cemento è un materiale fondamentale per poter unire e riparare delle parti danneggiate. Questo è molto resistente ed il suo impiego non è molto difficile, basta rispettare alcune regole. Con questa guida potrai imparare ad eseguire l’applicazione del cemento.

Per Eseguire Piccoli Interventi La prima operazione che dovrai compiere sarà quella di bagnare bene con un pennello la parte scavata su cui devi intervenire, in modo da creare le condizioni ideali per una buona presa del cemento. A questo punto, metti in posizione l’elemento da murare, quindi applica il cemento all’interno dello spazio fra questo e il muro.

Per eseguire questa operazione, dovrai operare con il dorso di un cazzuolino in modo da inserire bene l’impasto in profondità. Una volta che avrai eseguito questa fase, procedi fino a riempire tutta la zona, con un poco di abbondanza, comprimendo e lisciando bene il cemento lungo i contorni dell’elemento. Inoltre, con la mano dovrai tenere fermo l’elemento per qualche minuto, regolandoti per il tempo in base al tempo per l’elemento stesso.

A questo punto, quando il cemento è indurito, potrai lasciare l’elemento. Una volta fatto, con la spatola dovrai raschiare la superficie della zona di intervento in modo da lisciarla perfettamente. Eseguita questa operazione, ripulisci e lava accuratamente tutti gli attrezzi che hai usato, asciugandoli per evitare che arrugginiscano.

Read More