Out to See

Cose da Imparare Online

Come Seminare i Fagioli

L’inizio di maggio è un ottimo momento per la semina dei fagioli all’aperto.

I fagioli si distinguono in due grandi famiglie: i fagioli nani, noti anche come cornetti o fagiolini, di cui si consuma anche il baccello, e i fagioli rampicanti, di cui solitamente si mangiano i semi. Entrambi richiedono un terreno ben concimato e ben drenato e un clima temperato e caldo, non apprezzano il freddo e le piogge prolungate.

Faccio dei solchi profondi 5 centimetri e distanti tra loro 50 centimetri, poi colloco gruppi 4 o 5 semi vicini ogni 20 centimetri. Per i fagioli rampicanti, invece, faccio due solchi paralleli profondi 5 centimetri e distanziati 40 centimetri e metto i semi a coppie, uno per solco, distanziati 25 centimetri l’uno dall’altro.
Ricopro senza schiacciare troppo e innaffio per facilitare la germinazione. Anche in seguito continuerò a innaffiare con regolarità e abbondantemente, soprattutto durante il periodo dell’ingrossamento dei baccelli, ma facendo attenzione a non bagnare le foglie, bensì soltanto la base della pianta.

Quando le piantine raggiungono l’altezza di 20 centimetri, conviene rincalzare la terra fino alla base delle prime foglie, per mantenerle diritte. Nel caso dei fagioli rampicanti, è anche un buon momento per disporre i tutori su cui dovranno arrampicarsi. Si possono usare coppie di pali inclinati, tenuti fermi da un palo orizzontale legato al punto d’incontro delle coppie, oppure un solo palo verticale dalla cui estremità superiore partono diverse corde, a forma di tenda.

I fagioli vanno raccolti quando sono ancora teneri se si vuole consumare anche il baccello o se si ha intenzione di consumare i semi freschi; altrimenti, si può aspettare che il baccello diventi quasi secco, poi raccoglierli e conservarli in un vaso.

… quasi dimenticavo: attenzione a lumache e chiocciole! Vanno matte per i fagioli: se non le eliminate (a mano o con le trappole) banchetteranno con le vostre piante!